26 luglio 2011

Psicologia della Percezione

La “Psicologia della Gestalt“, ovvero la Teoria della Percezione, è una delle teorie basilari della Grafica Pubblicitaria.

I principi di questa teoria ci dicono che la percezione di ciò che ci circonda non è la semplice somma di elementi e sensazioni primarie, bensì un’unità strutturata di esse.

Sfruttando tali principi è possibile comporre degli elaborati grafici (brochure, manifesti, siti web, ect…) di grande impatto, riuscendo a posizionare fra loro i vari elementi per creare una visione armonica e intuitiva dell’insieme.

Ma andiamo a vedere i principi della Gestalt nel dettaglio:

Buona Forma

Ogni forma che percepiamo, per quanto complessa, viene sempre sintetizzata in qualcosa di logico e familiare, un po come succede osservando le nuvole: la nostra mente rielabora le forme fino a farle “assomigliare” ad un’immagine conosciuta.

Rapporto tra Figura e Sfondo

Una figura è percepita tale solo se è a contrasto con il proprio sfondo, su questa legge si basano innumerevoli illusioni ottiche dove sono le linee che il nostro cervello percepisce che ci guidano verso l’interpretazione dell’immagine.

Chiusura

L’occhio umano tende a vedere figure chiuse anche se esse sono composte solo da linee indipendenti.

Continuità

Anche se la forma è incompleta la nostra mente tende a ricostruire i pezzi mancanti grazie all’esperienza.

Prossimità

Elementi vicini fra loro vengono identificati come gruppo e quindi come una figura unica.

Somiglianza

Gli elementi di un’immagine vengono raggruppati in base alla loro somiglianza, cioà alla loro forma, colore, grandezza, ect…

Destino Comune

Gli elementi che hanno un movimento comune per velocità e direzione vengono percepiti come un’unico oggetto.

Condividi

Lascia una risposta